La Famiglia Arioli

Un tuffo nel passato, il nostro olio e la sua storia

 

Fin dalle origini, dal piccolo frantoio all'attuale struttura industriale, abbiamo perseguito come scopo principale la bontà del nostro olio extra vergine d'oliva, in particolare l'alto livello delle sue caratteristiche e la costanza della qualità del suo gusto e non soltanto per motivi commerciali: la nostra è una passione.

 

L'olio ha un fascino che nasce dal rapporto diretto del prodotto con la terra, con l'olivo abbarbicato ad essa, fecondo per secoli e con le migliaia di frutti che guarniscono la sua chioma, offerti al sole con esuberanza, quasi con gioia. La  storia della nostra attività inizia nel 1945 con la creazione di una ditta individuale  fondata dal Cav. Giovanni Arioli. Nel 1967 si trasforma poi in Oleifici Trasimeno srl e, a metà degli anni '80,  Trasimeno S.p.A. 

Al Cav. Giovanni Arioli, primo presidente della Trasimeno S.p.A., si deve la scelta dell’attuale sede che volle sorgesse nella Valle Oliva così denominata fin dal IX secolo perché tradizionalmente coltivata ad ulivi.

Dal XIV secolo la zona prese il nome di  Tenuta di Campoleone ed è con questo nome che oggi Trasimeno produce uno dei suoi extra vergine di oliva seguendo la secolare tradizione contadina con a disposizione modernissimi macchinari e un personale che unisce all'alta qualificazione l'amore verso la natura.

 

L'origine del nome Tenuta di Campoleone risale al 1314, periodo nel quale il facoltoso proprietario di fondi rustici Johannes Leonis possedeva tutte le terre della zona.

 

Nel IX Secolo il Monastero di San Lorenzo ricevette come Feudo Campoleone, che allora comprendeva Valle Oliva; nel 1422 la Tenuta di Campoleone passò alla famiglia dei Savelli, sessant'anni dopo queste terre verranno sconfiscate da Sisto IV, ma quattro anni più tardi Innocenzo VIII ripristinava la prorietà ai Savelli. Nel 1593 i nuovi proprietari erano i Barberini, seguiti poi dal Principe Agostino Chigi.

Nel 1923 alcune famiglie venete immigrarono e si stabilirono nella Tenute di Campoleone. Solo una parte delle terre furono messe in vendita. Intanto vi fu anche l'insediamento di famiglie foggiane che ridiedero impulso all'olivicultura, cosicchè Campoleone divenne una piccola Italia. Il resto è storia dei nostri giorni ed i frutti di Valle Oliva continuano a far rivivere una storia antica.